Insonorizzazione acustica


L’insonorizzazione acustica di un ambiente è la tecnica che ne prevede l’isolamento acustico rispetto alle aree esterne. Chi vuole operare un’insonorizzazione di una stanza dove, ad esempio, vuole suonare la batteria senza disturbare il vicinato, deve adottare una serie di accorgimenti tali a evitare che il suono e le vibrazioni si trasmettano verso l’esterno della stanza. Il procedimento è del tutto simile a quello da adottare... Read More

Neumann U87: un nuovo microfono in studio


Ci siamo decisi al grande passo: volevamo un nuovo microfono Read More  Read More

Sequencer


Il sequencer è un dispositivo software o hardware che permette di registrare eventi musicali o sonori. I sequencer più datati, come le prime versioni di Cubase o lo storico Alesis MMT-8, permettevano di registrare esclusivamente segnali midi, mentre attualmente tutti sequencer “evoluti” permettono di gestire sia audio che midi. Nella foto il sequencer Alesis mmt8 Le funzioni principali di un sequencer midi sono: - registrare i segnali... Read More

Riverbero


Il riverbero è il tempo di decadenza di un suono. Si misura in secondi e dipende dall’ambiente in cui la fonte sonora si trova. Se l’ambiente è ricco di superfici riflettenti e le dimensioni lo permettono, il riverbero rimane lungo, il suono viene percepito come wet, bagnato; se l’ambiente presenta delle aree di materiali e proporzioni che assorbono le onde acustiche, il suono è secco, dry. Il riverbero artificiale invece è molto... Read More

Convertitore AD-DA


Il convertitore è l’elemento della catena audio che ha il compito di tradurre il segnale elettrico in informazioni digitali, per poi essere elaborate da un computer, un sequencer o altro dispositivo. Il convertitore può tradurre il suono analogico in bit (A/D), oppure tradurre una sequenza di bit in segnale sonoro (D/A), o entrambe le cose (convertitore AD/DA). Il convertitore può essere parte integrante di una scheda audio o costituire un... Read More

Microfono a nastro


Il microfono a nastro è un particolare tipo di microfono dinamico, nel quale il diaframma è costituito da un sottilissimo nastro metallico. Questo tipo di microfono è molto delicato e va maneggiato con molta attenzione, è quindi sconsigliato per applicazioni live, e vicino a fonti sonore con volume troppo elevato che rischiano addirittura di rovinarlo. Le sue caratteristiche principali sono di avere un suono molto equilibrato, con frequenze alte... Read More

Preamplificatore microfonico


Il preamplificatore microfonico, spesso abbreviato come “pre”, è un circuito che compie il primo stadio di amplificazione di un segnale microfonico. Dopo essere stato amplificato da un preamplificatore, il segnale microfonico diventa un normale segnale di linea che può essere successivamente trattato con equalizzatori, compressori, riverberi, oppure registrato su un registratore a nastro, oppure ancora convertito in digitale attraverso dei convertitori... Read More

Microfono a condensatore


I microfoni a condensatore hanno la particolarità di essere molto sensibili, ma per questo anche molto delicati e devono essere trattati con cura. Necessitano di un’alimentazione di 48 V (phantom) per funzionare, quindi il preamplificatore a cui sono collegati (integrato nel mixer, nella scheda audio o stand-alone che sia) deve essere in grado di fornire tale alimentazione; di solito tutti i preamplificatori professionali dispongono della phantom. Una... Read More

Microfono dinamico


I microfoni dinamici sono adatti a riprendere fonti sonore con volumi molto alti, o con picchi di volume molto alti. Hanno un raggio d’azione solitamente piuttosto limitato e quindi risentono meno dell’ambiente rispetto ai microfoni a condensatore, il che diminuisce il rischio di effetto Larsen. Sono così molto utilizzati dal vivo, anche per le voci, grazie alla loro robustezza e per il fatto che non necessitano di alimentazione elettrica. Uno... Read More

Microfono


Il microfono è quell’anello della catena audio che trasforma un suono che si diffonde nell’aria in impulso elettrico. Ci sono fondamentalmente due tipi di microfoni: il microfono dinamico, robusto e resistente a volumi molto alti, e quello a condensatore, sensibile e più delicato. I microfoni si differenziano inoltre in base al diagramma polare, cioè alla sensibilità rispetto alla provenienza del suono. Le figure polari più comuni sono:... Read More

' .