Microfono a condensatore

I microfoni a condensatore hanno la particolarità di essere molto sensibili, ma per questo anche molto delicati e devono essere trattati con cura. Necessitano di un’alimentazione di 48 V (phantom) per funzionare, quindi il preamplificatore a cui sono collegati (integrato nel mixer, nella scheda audio o stand-alone che sia) deve essere in grado di fornire tale alimentazione; di solito tutti i preamplificatori professionali dispongono della phantom.
Una delle caratteristiche dei microfoni a condensatore è che sono in grado di percepire segnali molto distanti o fievoli, ed è molto facile che nel riprendere un suono, carpiscano anche rientri non sempre accettabili.
Questo tipo di microfono è molto indicato per la voce, e va posizionato in coppia con una retina anti-pop o antivento.
Un altro uso tipico dei microfoni a condensatore è per le riprese panoramiche di una batteria, usandone due uguali combinati in modo da dare un’immagine stereo al set acustico. In generale sono più indicati per tutti gli strumenti acustici, ma se adeguatamente posizionati e debitamente attenuati, grazie alla loro sensibilità molto estesa, sono ottimi anche con gli amplificatori per chitarra e basso.

I microfoni a condensatore si dividono in due tipi: a diaframma largo o a diaframma stretto. La principale differenza sta nella capacità di non alterare il suono all’interno del pattern di acquisizione (descritto dal diagramma polare). I microfoni a diaframma largo hanno un suono più colorato e caratteristico a seconda del modello, proprio perché il loro diagramma polare varia un po’ in funzione della frequenza. Un evergreen di questa tipologia è l’AKG 414.

Il microfono a condensatore con diagramma largo Akg 414

I microfoni a condensatore con diaframma stretto, mantengono la stessa forma di diagramma a ogni frequenza. Mostriamo, sempre dell’AKG, il 451, utile per riprendere suoni sottili e continui, come cori, archi o organi.

Il microfono a condensatore con diagramma stretto Akg 451

Ti è piaciuto questo articolo? Non dimenticarti di cliccare

Commenti
2 commenti a “Microfono a condensatore”
  1. riki scrive:

    Salve,io ho 2 akg c1000s:hanno il diaframma stretto o largo.Li userei per la ripresa della voce,se a diaframma stretto.Ora li uso come panoramici\air e son stupendi. grazie,riki

  2. Frankie scrive:

    Ma se compro uno di questi microfoni su internet, ho bisogno dell’amplificatore, e’ gia’ compreso oppure il microfono non ne ha bisogno?

Lascia un commento

' .