Come preparare chitarre e bassi


Prima di iniziare a registrare la strumentazione deve essere in ordine. Questo vale per la batteria (abbiamo scritto qui un articolo su questo argomento) ma anche per chitarre e bassi. Quelli che dal vivo o in sala prove possono sembrare piccoli difetti possono essere una vera tragedia durante una sessione di registrazione. Ecco cosa bisogna controllare PRIMA di arrivare in studio per preparare chitarre e bassi: Le chiavi L’accordatura è una... Read More

Riverbero


Il riverbero è il tempo di decadenza di un suono. Si misura in secondi e dipende dall’ambiente in cui la fonte sonora si trova. Se l’ambiente è ricco di superfici riflettenti e le dimensioni lo permettono, il riverbero rimane lungo, il suono viene percepito come wet, bagnato; se l’ambiente presenta delle aree di materiali e proporzioni che assorbono le onde acustiche, il suono è secco, dry. Il riverbero artificiale invece è molto... Read More

Pro Tools


Pro Tools è il software più famoso per hard disk recording per quanto riguarda il settore professionale, e costituisce lo standard per la maggior parte degli studi di registrazione. La ditta produttrice, la Digidesign (ora di proprietà della Avid), per anni ha permesso che questo software potesse essere utilizzato esclusivamente con hardware dedicato, dal prezzo molto alto (un sistema HD completo ha un costo che si aggira attorno ai 10.000€).... Read More

Cubase


Cubase è uno dei sequencer più diffusi per la produzione musicale. Questo software permette di registrare, riprodurre, mixare audio e midi, ed compatibile con Mac e PC. E’ prodotto dalla software house Steinberg, che ha introdotto nell’informatica musicale alcune tecnologie largamente usate anche da terze parti, come i driver Asio (di cui devono essere dotate le periferiche che si interfacciano con Cubase) e il formato dei plugin VST. Ha... Read More

Catena audio


La catena audio è l’insieme degli elementi e delle apparecchiature che, collegate tra loro, trasportano e trasformano un segnale audio. Le trasformazioni che un segnale può subire dipendono dall’uso che se ne vuole fare (registrazione, diffusione, riproduzione, ascolto…) e della apparecchiature che quindi vengono coinvolte. Il primo elemento della della catena è la fonte sonora, ad esempio uno strumento acustico, un sintetizzatore,... Read More

Convertitore AD-DA


Il convertitore è l’elemento della catena audio che ha il compito di tradurre il segnale elettrico in informazioni digitali, per poi essere elaborate da un computer, un sequencer o altro dispositivo. Il convertitore può tradurre il suono analogico in bit (A/D), oppure tradurre una sequenza di bit in segnale sonoro (D/A), o entrambe le cose (convertitore AD/DA). Il convertitore può essere parte integrante di una scheda audio o costituire un... Read More

La nuova sezione “glossario”


Da pochi giorni abbiamo creato nel sito una nuova sezione: Read More  Read More

Diagramma polare


Per diagramma polare (o figura polare) s’intende la sensibilità di un microfono in base alla direzione di provenienza di un suono. Infatti un microfono può rispondere diversamente a un suono in base all’angolo d’incidenza. Nelle specifiche tecniche di un microfono viene descritto il diagramma polare che può essere diverso per ogni modello. L’area descritta può essere leggermente diversa a seconda delle frequenze. Questo... Read More

Microfono a nastro


Il microfono a nastro è un particolare tipo di microfono dinamico, nel quale il diaframma è costituito da un sottilissimo nastro metallico. Questo tipo di microfono è molto delicato e va maneggiato con molta attenzione, è quindi sconsigliato per applicazioni live, e vicino a fonti sonore con volume troppo elevato che rischiano addirittura di rovinarlo. Le sue caratteristiche principali sono di avere un suono molto equilibrato, con frequenze alte... Read More

Preamplificatore microfonico


Il preamplificatore microfonico, spesso abbreviato come “pre”, è un circuito che compie il primo stadio di amplificazione di un segnale microfonico. Dopo essere stato amplificato da un preamplificatore, il segnale microfonico diventa un normale segnale di linea che può essere successivamente trattato con equalizzatori, compressori, riverberi, oppure registrato su un registratore a nastro, oppure ancora convertito in digitale attraverso dei convertitori... Read More

Microfono a condensatore


I microfoni a condensatore hanno la particolarità di essere molto sensibili, ma per questo anche molto delicati e devono essere trattati con cura. Necessitano di un’alimentazione di 48 V (phantom) per funzionare, quindi il preamplificatore a cui sono collegati (integrato nel mixer, nella scheda audio o stand-alone che sia) deve essere in grado di fornire tale alimentazione; di solito tutti i preamplificatori professionali dispongono della phantom. Una... Read More

Microfono dinamico


I microfoni dinamici sono adatti a riprendere fonti sonore con volumi molto alti, o con picchi di volume molto alti. Hanno un raggio d’azione solitamente piuttosto limitato e quindi risentono meno dell’ambiente rispetto ai microfoni a condensatore, il che diminuisce il rischio di effetto Larsen. Sono così molto utilizzati dal vivo, anche per le voci, grazie alla loro robustezza e per il fatto che non necessitano di alimentazione elettrica. Uno... Read More

' .