Microfono

Alcuni microfoni

Il microfono è quell’anello della catena audio che trasforma un suono che si diffonde nell’aria in impulso elettrico. Ci sono fondamentalmente due tipi di microfoni: il microfono dinamico, robusto e resistente a volumi molto alti, e quello a condensatore, sensibile e più delicato. I microfoni si differenziano inoltre in base al diagramma polare, cioè alla sensibilità rispetto alla provenienza del suono. Le figure polari più comuni sono: cardiode, omnidirezionale, figura a otto. Per una descrizione dettagliata, rimandiamo alle voci specifiche.

Il microfono ha bisogno di un preamplificatore microfonico che ha il compito di portare il segnale elettrico a un livello accettabile per la scheda di acquisizione, per un registratore, per un mixer o un successivo amplificatore di potenza. Il microfono è collegato al preamplificatore con un cavo XLR bilanciato.

Esiste in commercio un’enorme offerta di prodotti diversi. Ogni microfono ha una propria risposta in frequenza e quindi un proprio colore nella resa timbrica (voicing).
La scelta di un microfono è influenzata quindi da numerosi fattori quali il volume della fonte sonora, la distanza, lo spettro di frequenze e la quantità di armoniche, la dinamicità del suono, la risposta dell’ambiente in cui avviene la registrazione e, non ultimo, il prezzo.

Ti è piaciuto questo articolo? Non dimenticarti di cliccare

Lascia un commento

' .